Per disprassia si intende l’incapacità di compiere movimenti volontari, in maniera sequenziale in funzione di un obiettivo.

“Il mio piccolo faceva fatica nel mangiare. La sua alimentazione era fatta per lo più di cibi morbidi. Anche nel linguaggio era molto indietro. Ci siamo rivolti ad uno specialista che ci ha fatto diagnosi di disprassia…”

Come e quando

Insieme valuteremo e predisporremo il piano riabilitativo più adatto per il tuo bambino se:

  • A livello verbale il tuo bambino non riesce a coarticolare i suoni che compongono le parole determinando così un’alterazione segmentale (scarsa intelligibilità) e sovrasegmentale della parola (alterazione del ritmo prosodico, accento).
  • A livello orale il tuo bambino ha difficoltà soprattutto nella gestione del cibo (masticazione, triturazione, deglutizione). Il tuo bambino potrebbe faticare nel compiere movimenti con la lingua, labbra e velo del palato molle.