Molti bambini presentano difficoltà solo nel parlare (parlano poco o nulla, usano poche parole..). Si tratta di bambini che pur non avendo problemi neurologici, sensoriali o relazionali hanno difficoltà a comprendere e/o produrre parole o frasi rispetto ai loro coetanei.

“Il mio bambino è vivacissimo ma mi sembra indietro con il linguaggio e pronuncia male tanti suoni…”

Come e quando

Insieme valuteremo e predisporremo il piano riabilitativo più adatto per migliorare il linguaggio del tuo bambino nel caso in cui abbia difficoltà:

  • Nel discriminare suoni simili e produrre alcune consonanti
  • Nella comprensione e nella costruzione delle frasi
  • Nell’aver appreso e nel saper ricercare e utilizzare vocaboli in maniera coerente
  • Nel raccontare un avvenimento

Mamma e papà, osservate sempre queste tappe fondamentali nello sviluppo del vostro bambino in modo da aggiornare sempre il vostro Pediatra.

  • 5-10 mesi: assenza della lallazione (prima vocalica, poi consonantica)
  • 12-14 mesi: assenza di utilizzazione di gesti (deittici e referenziali)
  • 12 mesi: mancata acquisizione di schemi d’azione con oggetti
  • 18 mesi: vocabolario inferiore a 20 parole
  • 24 mesi: vocabolario inferiore a 50 parole
  • 24-30 mesi: assenza o ridotta presenza di gioco simbolico
  • 24-30 mesi: ritardo nella comprensione di ordini non contestuali
  • 30-40 mesi: ridotta presenza di gioco simbolico
  • Dopo i 30 mesi: persistenza di idiosincrasie (da Sabbadini)