Respirare, deglutire, masticare e parlare

Come posso aiutarti

Respirare, deglutire, masticare e parlare

Generalmente, le funzioni orali, cioè il modo in cui deglutiamo, mastichiamo, respiriamo e parliamo, vengono svolte in modo automatico sia dagli adulti che dai bambini.

La nostra bocca è infatti un sistema complesso di muscoli e ossa in costante equilibrio e la lingua, che rappresenta il muscolo più forte del nostro corpo, ne è la protagonista assoluta. L’atto di deglutire riveste pertanto un ruolo fondamentale.

Il logopedista deve intervenire quando queste funzioni non sono più in “equilibrio” e quindi ci troviamo in presenza di  “squilibrio” della motricità muscolare oro facciale detto anche SMOF.

Se siete genitori, avrete notato che il vostro bambino generalmente deglutisce spingendo la lingua in avanti. In una situazione normale il nostro modo di deglutire cambia durante l’arco della vita per via di cambiamenti anatomici e fisiologici e si passa da una deglutizione di tipo infantile, dove la lingua appunto rimane “bassa”, ad una di tipo adulto dove la lingua tocca un punto più alto detto “papilla palatina”.

Pensate che deglutiamo circa 1600 volte al giorno applicando ogni volta una forza di 1 kg, il che, nell’arco di una giornata, equivale al peso di un toro.

Cosa rompe questi equilibri?

Ecco le cause che possono mandare in tilt nostro sistema

  • Respirazione a bocca aperta a causa di ipertrofia adenotonsillare e/o allergie, comporta una postura bassa della lingua
  • Deglutizione non corretta: la lingua spinge contro i denti o esce fuori dalle arcate. 
  • Presenza di mal occlusioni: alterazioni delle strutture dentali e scheletriche
  • Frenulo linguale corto
  • Utilizzo prolungato di ciuccio e biberon
  • Suzione prolungata del pollice, onicofagia o masticazione di oggetti, che portano la lingua a non lavorare correttamente.
  • Traumi, ferite o malattie al complesso muscolare oro-facciale.

Quali problemi ne possono derivare?

  • Difficoltà nella masticazione che porta a preferire consistenze alimentari più semplici e ad evitare i cibi più duri.
  • Malocclusioni dei denti come ad esempio finestrelle o denti superiori sporgenti che determinano un sorriso antiestetico.
  • Dolori, rumori, click scrosci all’articolazione temporo-mandibolare.
  • Palato alto e stretto.
  • Crescita anomala dei denti.
  • Alterazioni estetiche e mimiche come guance paffute, mento a forma di pallina da golf, labbra sottili e doppio mento.
  • Difetti di pronuncia con fuoriuscita della lingua tra le arcate. I suoni incriminati possono essere la s,z,r.
  • Eccessiva produzione di muco dal naso, raffreddore, tosse ed otiti ricorrenti
  • Problemi posturali a carico della colonna vertebrale

La terapia miofunzionale, è il trattamento logopedico per eccellenza e ha il compito di intervenire – in seguito alla valutazione SMOF – nella rieducazione delle funzioni alterate, che possono essere di tipo respiratorie, ortodontiche, posturali, masticatorie e articolatorie, sia nel bambino che nell’adulto.

È un percorso multidisciplinare costituito da esercizi mirati e personalizzati volti a correggere la postura linguale, automatizzando il nuovo movimento in sostituzione di quello scorretto.